Nei dintorni

Situato a Capaccio-Paestum, il Ristorante MoraLuna vanta un barbecue, una terrazza, un bar, il WiFi gratuito in tutte le aree, un parcheggio privato in loco senza costi aggiuntivi e la possibilità di ospitare animali domestici.
Il Ristorante MoraLuna dista solo 15 km dal mare, 40 km da Salerno, 48 km da Amalfi e 85 km dall'Aeroporto Internazionale di Napoli, lo scalo aeroportuale più vicino.
Le coppie apprezzano molto la posizione: l'hanno valutata 8,3 per un viaggio a due.
Parliamo la tua lingua!

Trentinara, Volo dell'Angelo

Cilento in volo, il primo Volo dell’Angelo a 120 chilometri all’ora realizzato nel Cilento, con una delle viste più belle e spettacolari di tutti i tempi.
E' operativo da giugno, a Trentinara, paese che si sviluppa su di un costone roccioso a picco sulla sottostante Piana del Sele.
Si volerà imbracati e agganciati ad un cavo di acciaio a una velocità massima di 120 chilometri orari in posizione orizzontale, con partenza dalla piazza panoramica di Trentinara.
Durante il tragitto (un percorso di 1500 metri) si potrà godere di un panorama mozzafiato tra cui spicca la Gola di Tremonti che regala la vista della bellissima cascata nel fiume Solofrone.

Capaccio Capoluogo

Sorgendo a pochi passi dai sontuosi e più antichi templi di Paestum, il centro storico di Capaccio capoluogo viene spesso trascurato da chi viene in vacanza a Capaccio Paestum. Eppure anche qui, tra palazzi, portali e vicoli antichi, è possibile trascorrere qualche ora alla riscoperta della storia di questo splendido territorio e soffermarsi ad ammirare dai giardini l’incantevole panorama sul golfo di Salerno con l’isola di Capri sullo sfondo.

La fondazione di “Capaccio Nuova”, come venne definita l’attuale Capaccio capoluogo, è successiva a quella di Caput Acquis, o Capaccio Vecchia e deriverebbe proprio dalla distruzione di Capaccio Vecchia da parte di Federico II di Svevia.

Nel centro storico, caratterizzato da vicoli, piazze e scorci che si affacciano su un suggestivo panorama, meritano una visita la Chiesa di San Pietro Apostolo, l’Ufficio Turistico Salone Rizzo e il convento di Sant’Antonio. E’ possibile, inoltre, vedere la Torre Orologio o Torre civica, quattrocentesca, che originariamente era il campanile della chiesa di San Pietro e che dopo un crollo fu trasferita dove si trova ora, e la fontana dei tre delfini, in stile barocco, costruita tra la fine del Seicento e l’inizio del Settecento.

La costa

La costa del territorio capaccese rappresenta un vero e proprio crocevia per diversi luoghi turistici e bellezze naturali note in tutto il mondo.

A pochi minuti di viaggio, verso sud, si possono incontrare le meravigliose spiagge di Agropoli, Santa Maria Di Castellabate, Acciaroli, e più a sud le grotte di Palinuro, oltre ai tanti piccoli borghi di origine medioevale situati sulle alture che cingono la Costiera Cilentana.

In direzione nord, invece, proseguendo verso la città di Salerno, si può giungere con facilità in Costiera Amalfitana.

Ravello, Amalfi, Cetara, Positano, sono tra i luoghi turistici più visitati del nostro Paese e, come la vicina Capri, sono tutti raggiungibili in meno di un’ora di viaggio, grazie a un efficace servizio di trasporto marittimo che riesce a ricoprire quasi 100 chilometri di costa.

Parco Archeologico di Paestum

Poseidonia-Paestum offre al visitatore un’occasione unica: “leggere” la sua storia millenaria attraverso i monumenti che hanno attraversato il tempo.
I tre templi con i loro altari, la piazza principale della città greca (agorà) con i suoi edifici simbolo come la tomba dell’eroe fondatore (heroon) e la struttura circolare per le assemblee (ekklesiasterion), sono i segni più evidenti dell’abitato nella sua fase greca.
Con l’arrivo dei Romani i templi non subiscono mutamenti, ma nella città si costruiscono nuove strutture: il Foro, spazio politico e commerciale, l’Anfiteatro, dove si svolgevano i duelli tra Gladiatori e animali e il Campus, in cui i Romani si esercitavano nello sport.
Nella piscina le donne, forse, praticavano riti a favore della loro fertilità.
Vastissimi erano i quartieri abitativi con le numerose case aristocratiche, tra cui spicca quella con piscina di circa 2.800 mq.

Via Ercole Garofalo, 84047 Capaccio-Paestum